FORNITORI DI SERVIZI PER L'AZIENDA VITIVINICOLA


Seleziona le categorie merceologiche di interesse nel menu a sinistra


Coltivare il vigneto, produrre uva di ottima qualità, trasformarla prima in mosto e poi in vino può non essere sufficiente. Per rimanere, con successo, sul mercato e anticiparne le evoluzioni è necessario che l'azienda vitivinicola adotti e si avvalga di tutta una serie di procedure atte a ridurre ulteriormente i costi e aumentare, in una parola, l'efficienza.

Per esempio potrebbe essere vantaggioso, anzichè gestire in toto le pratiche colturali del vigneto, individuare specifici professionisti o imprese che si facciano carico di seguire e realizzare operazioni importantissime quali la potatura e la vendemmia, programmando una regolare "manutenzione" del vigneto stesso e facendosi carico di sostituire le fallanze così come elementi strutturali (pali, fili, accessori etc.) danneggiati. Ovviamente questo vale anche per la prima operazione di ogni vigneto, ovvero il "progetto", dapprima a tavolino e poi sul campo, con tutte le operazioni di sterro, riporto, sistemazione del terreno e posa in opera di pali, fili, accessori e barbatelle. Da qui il ricorso a contoterzisti specializzati nelle operazioni in vigneto, dotati di attrezzature specifiche.

 

Tornando all'utilizzo di "contoterzisti", un'interessante casistica è fornita dalle imprese che effettuano operazioni enologiche spostandosi direttamente presso la cantina del cliente. Si parla quasi sempre di "imbottigliamento mobile", ma dimenticando spesso che sotto questo termine ricade tutta un'ampia serie di operazioni tra cui filtrazione, sciacquatura delle bottiglie, etichettatura e inscatolamento. Oggi esiste, a fronte di aziende che hanno un ambito di lavoro soprattutto locale, un agguerrito gruppo di aziende che si muovono in ambito nazionale e anche all'estero, con parco macchine (=camion e autocarri) all'avanguardia.

 

Una volta che il vino è fatto, imbottigliato e inscatolato...bisogna cominciare a occuparsi (e preoccuparsi) della filiera logistica. Dove mettere i cartoni? Stoccarli in cantina? Depositarli in un magazzino esterno? E ancora, a chi affidare il trasporto a grossisti, grande distribuzione.. ristoratori? Anche in questo caso si apre una vasta gamma di scelte e di potenziali interlocutori, sempre più numerosi e sempre più specializzati nella gestione di vini e bevande.

 

Altro passaggio importante ed essenziale, oggi necessario per rispettare i limiti legislativi imposti e garantire la qualità del proprio prodotto, è la valutazione dei parametri analitici. Sul territorio nazionale esistono tanti laboratori di analisi chimica e microbiologica, alcuni con bacino di attività nazionale, altri magari con respiro un poco più locale, e comunque in grado di fornire certificazioni analitiche ufficialmente riconosciute e universalmente valide: una valida e costante collaborazione con queste strutture consente di mettersi al riparo da spiacevoli imprevisti.

 

Per finire, cosa di meglio che una visita alle principali e più importanti fiere e manifestazioni del settore vitivinicolo? Rimanere aggiornati è d'obbligo per chiunque e la costante frequentazione degli eventi fieristici, dei seminari, dei convegni dedicati alla viticoltura e all'enologia permette a tutti gli operatori di essere costantemente "sul pezzo".